Katalin cresce le sue bambine bilingui in italiano nel cuore dell’Ungheria

Trascrivo l’esperienza condivisa da Katalin, una mamma ungherese con un’ottima padronanza dell’italiano (basta vedere come scrive!) e con molta iniziativa, sta introducendo le sue bambine sia all’italiano che all’inglese.

Sono una mamma ungherese di due bambine di 26 e 5 mesi.
Parlando l’italiano vorrei che lo apprendessero anche le mie figlie gia adesso per aiutarle nella vita. Secondo me parlare lingue e conoscere altre culture la cosa piú bella del mondo.

Per fortuna ho occasioni di parlare in italiano. Mi sono laureata in italianistica, sono insegnante della lingua italiana, ma non insegno perché c’é pocha richiesta e siamo tanti insegnanti. Per anni ho lavorato da interprete poi dal 2003 lavoro per italiani qui in Ungheria, gestisco la loro azienda agricola. Di conseguenza ho contatti, ogni giorno parlo in italiano, anche se un linguaggio molto limitato, al telefono, poi una o due volte al mese viene il mio capo per 2 giorni. Abbiamo anche una coppia di amici italiani che hanno una casa qui vicino anche loro vengono una volta al mese sempre, solo che questo per le bambine é poco.

Oggi ho provato parlare tutto il giorno in italiano alle bimbe. É difficilissimo, e non perché devo far fatica, per fortuna mi viene spontanea la lingua solo che mi sembra un po’ artificiale la cosa, infatti la grande continuava a dirmi in ungherese no,no,no, mentre la piccola sorrideva. Forse con la grande sono gia in ritardo, per questo che resiste?

Per i canti, questa settimana é passato il mio capo ed ho fatto portarmi gia due libri con CD “Girogirotondo” canti per giocare, e “Voglio un mondo diritto”, solo che non conosco i testi devo impararli anch’io.
Prima avevamo i libri puzzle in italiano tipo Bambi, Il brutto anatrocolo, Maugli ecc., quelli piacevano alla bambina.

Grazie mille anche per il suggerimento sullo Zecchino d’oro, oggi ho fatto una ricerca sull’internet ed ho trovato libri e CD, ne ho gia ordinati un libro con CD “Le piú belle canzoni di animali dello Zecchino d’oro”, poi una raccolta di 3 CD con 45 canzoni “Il meglio dello Zecchino d’oro”, inoltre ho trovato una serie di DVD (7) usciti nel 2008 sono I cartoni di Zecchino d’oro tutti con una durata di cc 30 minuti con 13 canzoni, ne ho ordinato il primo per fare una prova. Insistevo un po’sui DVD perché con Fatima frequentiamo anche un corso d’inglese, pero solo una volta alla settimana, (io purtroppo non parlo l’inglese, oltre l’italiano parlo lo spagnolo) e a casa per poter praticare abbiamo 8 DVD di Noodlebug, che piacciono da morire alle bambine, li bambini veri (non cartoni) cantano a muovono quello che cantano ambientati nell’argomento della canzone, cosi mia figlia un giorno guarda 3-4 volte lo stesso DVD fa quello che fanno i bambini e prova anche cantare. Conosci la serie Noodlebug?

Purtroppo, o magari per fortuna non viviamo nella capitale, abitiamo a Kaposvar (Sud-occidentale dell’Ungheria, siamo a 400 km da Trieste) e qui studenti italiani ci sono pochi o non ci sono proprio. 5 anni fa c’era una ragazza sarda da noi per tre mesi con l’associazione AFS, adesso l’abbiamo invitata per Natale ed è venuta a passar qui 10 gg e per conoscere le”sorelline” come dice lei, forse questi gg faranno venire la voglia alla Fatima (lei é la bimba di 26 mesi) di apprendere anche l’italiano e la presenza di Silvia mi aiuterà per abituarmi a parlare solo in italiano con le bambine.

Quando Sivia è stata con noi la grande ha avuto una resistenza incredibile, ha rifiutato proprio di parlare in italiano, ha fatto tutto per farsi capire in ungherese alla Silvia, perché naturalmente non la lasciava in pace neanche per un minuto, ha fatto segni, ha alzato la voce, l’ha tirata. Mentre noi, Silvia ed io parlavamo in italiano ci ascoltava ma senza commenti, oppure ha chiesto al suo papa’ di cantare in inglese, hanno cantato piu’ in inglese questi 10 giorni che prima durante tre mesi! (abbiamo cominciato con Fatima frequentare un corso d’inglese a settembre).
Dopo quando la Silvia é partita per casa ed io continuavo a parlare in italiano mi ripeteva solo no, no, no pero’ questo in italiano! Poi le ho chiesto, chiedo diverse cose in italiano e lei mi ha risposto, risponde in ungherese pero’ alla domanda fatta!
Solo adesso che non c’é la Silvia mi viene piú naturale parlare in ungherese, mentre dovrei continuare a parlare in italiano sempre!

La piccola ascoltava ammirando Silvia, mi sembra che tra di loro sia nata piú feeling, Silvia studia psicologia.

Ti ringrazio per i tuoi consigli che sono stati molto utili e ti lascio con un augurio:

Luna d’argento con stelle dorate, gnomi, folletti e fatine incantate un pioggia di auguri e un pensiero fatato per un 2009 da togliere il fiato.

Katalin

Qualcuno ha altri CD o simili strumenti da suggerire a Katalin per aiutare le sue bambine ad imparare l’italiano divertendosi?

Related Posts with Thumbnails

Leave a Reply