Cambiamenti in vista #1: Riviste

Magari potreste pensare che siccome In che lingua giochiamo? l’ho scritto io tutti i consigli che vi sono contenuti sono per me ormai scontati. Non e’ proprio cosi’. Scrivere In che lingua giochiamo? mi ha obbligata a riflettere, a riconsiderare le cose in prospettiva e domandarmi, OK, quali di questi strumenti potrei aggiungere al mio “portfolio”? Perche’ tra il dire e il fare c’e’ di mezzo l’organizzazione.

L’eta’ del mio piccolo, quasi 2 anni e mezzo, mi preclude alcuni strumenti, ma tra quelli alla nostra portata posso dire che di almeno 5 non faccio uso come potrei. Non male eh? Per una che scrive su e pensa al bilinguismo tutto il giorno direi che decisamente c’e’ spazio per migliorare!

Uno di questi strumenti sono le vacanze, e quelle sono un discorso a se’, vedremo, al momento non ho tempo per pensare ai viaggi. Altri strumenti pero’ sono molto piu’ alla mia portata, basta veramente poco per farli entrare nella nostra vita, quindi come dicono gli Inglesi “I’ll put my money (and time) where my mouth is”.

RIVISTE (Nota: lista aggiornata grazie ai commenti!)

Inglese. Ecco la prima novita’ che intendo introdurre. Abbonarmi a una rivista per bambini. Per quanto mi riguarda ho gia’ scelto. Un’amica ha portato un paio di riviste da Londra e me le ha fatte vedere, lei (che poi e’ Design per Bambini) sembra preferire Anorak, io scelgo OKID-O, lo vedo piu’ adatto per l’eta’ di A., piu’ cicciottoso, se mi passate il termine, anche se e’ abbastanza relativo, la mia definizione di cicciottoso non prevede orsetti e colori pastello. Comunque entrambe queste riviste mi sembrano molto curate nella grafica e nei contenuti, non sono dei giornaletti piatti e monotoni ma propongono temi e stili molto vari e disegnatori veramente interessanti. (Ho scoperto da mamma quanto sono belle le illustrazioni per bambini ben fatte e mi sto appassionando!)

Detto fatto, sono andata sul sito e ho comprato l’abbonamento. Per un anno ricevero’ questa rivista a casa ogni 2 mesi. Costa 30£ per un anno, affordable. Vi faro’ sapere che ne pensa il cucciolo.

Ovviamente ci sono moltissime altre riviste tra cui scegliere, se gia’ siete abbonati a qualcuna fatecelo sapere, con la vostra opinione per favore! Altre riviste si trovano qui www.newsstand.co.uk, dove potete acquistare abbonamenti anche per pochi numeri, cosi’ potete scegliere meglio.

E se la vostra seconda lingue non e’ l’Inglese? Vi consiglio di cercare in giro, ma qualche consiglio da darvi ce l’ho, prendetelo come un punto di partenza.

Italiano, per tutte le mamme espatriate che ci seguono!

Io sono una grande fan di Nicoletta Costa, le sue illustrazioni mi piacciono davvero molto, quindi consiglio quasi con affetto Giulio Coniglio. So che la Pimpa va pure alla grande, a me personalmente proprio non piace, ma e’ una mia opinione personale, al mio nipotino per esempio piace molto.

Di tutt’altro genere, per bambini piu’ grandicelli, e’ Focus Junior.

Francese

Faccio affidamento sulle raccomandazioni di una blogger che mi piace molto e che sta crescendo i figli bilingui in Inglese e Francese. Ecco quindi i consigli di Blogging on Bilingualism: le riviste per bambini delle edizioni Bayard e di FleurusPresse. Devo dire che trovo abbastanza stupefacente l’offerta di riviste per bambini francesi, mi domando come facciano a sopravvivere tutte, da un punto di vista puramente economico…

Bonus. Vi ho trovato un sito dove potete trovare buoni sconto sia per Bayard che per Fleurus Presse. Spero che questo convinca qualche mamma francofona a fare capolino, si fanno leggere poco le mamme francofone…

Altre riviste consigliate da mamme francofone le trovate qui: Milan-abo, lesclesjunior (per bambini dai 10 anni).

Tedesco

Ho fatto qualche ricerca, e ho trovato questa rivista che mi sembra interessante: Gecko (ohne Werbung!), ma ce ne sono molte altre, per esempio Geolino

Spagnolo

Anche per lo Spagnolo ci sono diverse riviste che a prima vista sembrano interessanti. Qui trovate diverse riviste per bambini spagnole e i buoni sconti. Fateci sapere cosa ne pensate.

Russo

Ho trovato questa rivista, che pero’ non so se viene distribuita anche in Italia, bisognerebbe contattarli, Malenkaya Kompanya, e Murzilka, che pare sia la prima rivista per bambini russa, ma il cui sito e’ solo in Russo, non so se spediscano all’estero. Una mamma ci consiglia anche: Nasha Pressa, Mini Abo e Detskiyzhurnal.

Ungherese

Una mamma ci consiglia Dörmög? Dömötör

Ultima nota. Se non c’e’ pubblicita’ e’ meglio! Mi sembra che sia Anorak che Okido non abbiano pubblicita’, vi confermero’ per Okido piu’ avanti, Gecko, la rivista tedesca, specifica sul sito che non contiene pubblicita’. Non so per le altre riviste. L’obiettivo e’ sempre quello di offrire ai bambini stimoli positivi e ducativi, e quindi potendo scegliamo riviste senza pubblicita’!

P.S.

Su In che lingua giochiamo? trovate molti strumenti per proporre la lingua minoritaria ai bambini in modo spontaneo e divertente e idee su come sceglierli.

Immagine (di una rivista per bambini serba) da A Journey Round My Skull

Related Posts with Thumbnails

Comments

    • Bilingue Per Gioco says

      Grazie Lisa-mamma-francofona!
      Carine queste pubblicazioni, soprattutto Histoires pour le petits, fa venire voglia anche a me. Ma dimmi come mai ci sono tante pubblicazioni per bambini in Francia? Come sopravvivono? Non e’ che la Francia sia il paese piu’ popolato del mondo…
      Ciao,
      L.

      • says

        Sai che non lo so? È un mondo nuovo per me, mia mamma è francese ma io sono cresciuta in Italia. Io ho imparato a leggere in francese grazie ai libri di Martine (http://astore.amazon.fr/bilingueparjeux-21/detail/2203101032) e piú tardi ai fumetti di Lili, Asterix, Gaston. Peró mi pare una mancanza culturale italiana, noi compriamo riviste per bambini anche in italiano e non mi dispiacerebbe affatto trovare cosí tanta scelta e qualitá anche qui. :-)

  1. says

    ciao,
    da mamma spagnoleggiante provvedo subito ad aggiungere un link alle riviste in Spagnolo per bambini nel mio mini blog, buona giornata, elena

  2. says

    Noi a Radiolina avevamo preso un abbonamento a questo: lesclesjunior , che ha trovato molto interessante, è un settimanale che spiega l’attualità ai ragazzi, ovviamente serve una certa padronanza, ma è fatto bene!
    Per l’italiano, mia mamma ha fatto un abbonameno a Focus Junior, che sia Radiolina che Invasato leggono con piacere.
    Dal lato tedesco, la maestra di Invasato mi ha indirizzata su Geolino che è una via di mezzo tra il Focus Pico e, appunto, il Focus Junior. Invasato lo legge senza problemi, non è complicato (ovviamente ci vuole una certa padronanza comunque) e ha servizi che interessano i bambini, come gli animali “schifosi” o quelli più strani.

  3. Isabelle says

    seconda mamma francofona all’appello!! ti leggo molto, ma non ho mai preso la pena di commentarti… ho anche letto l’ebook, complimenti. Ho un bimbo di 3 anni e mi sto impegnando col bilinguismo anchio. purtroppo creeirei volentieri un playgroup nelle mie vicinanze (prov di torino), ma lavoro, e mi sembra che le altre donne francesi qui siano molte “casalinghe” in quanto hanno seguito i mariti in carriera, e sono per lo piu in città,…
    comunque per rispondere al tuo argomento delle rivsite, sono d’accordo che qui non c’è nulla, ma proprio perchè non è nello spirito delle mamme. un bambino puo “guardare” un libro,”una” storia, ma comprarli la rivistina cosi tanto da sfogliare…. E invece i piccoli adoranno!quelle mini storie, le varie rubriche, la pagine della foto spiegata, dell’animale descritto, della filastrocca illustrata, etc. etc. Difatti io me ne porto parecchie da casa mia, e li soppravivono perchè per noi un Bambi, abricot,picoti, popi, papum,pomme d’api vale quanto un uovo kinder!!! Tra l’altro vengono poi seguiti da Astrapi, J’aime lire,Okapi. e cosi vias. Ho 30 anni, sono stata abbonata a delle riviste per 27 anni, cioe continuo a farmene spedire da lì… purtroppo anche se in Europa e molto vicino, per riceverle mensilmente in italia bisogna pagare un qualcosetta in piu, almeno per quanto ne so sulle riviste per noi mamme. Quelle dei piccoli non ho idea perchè le prendo quando vado la, o me ne spedisce una ogni tanto la nonna (anche lì, piu facile da spedire di un uovo kinder!).
    Non posso che inchinarmi davanti a Martine, grande maestra di lettura e di sogni per noi tutti. Anche se il mio è maschio gliene ho gia comprato un album. Poi dai 7 anni, da lettori “attivi”,ci sono i libri della “bibliothèque rose” scritti in grossi caratteri, con un immagine ogni 10 pagine, che raccontano le storie di oui-oui (noddy) ed altri, e poi per i piu grandi le avventure della “bibliothèque verte”. Vedrò di partecipare un po di piu tramite commenit, perchè in effetti i bilingui franco-italiano sono un po assenti…

    • Bilingue Per Gioco says

      Oh! Allora ha funzionato! Benvenuta Isabelle e grazie della tua testimonianza!

      Lo sconto delle riviste lo trovi nel post qui sopra, c’e’ il link proprio dove c’e’ scritto buono sconto per baryard … o per ….. Comunque te lo ripeto qui, gli sconti su trovano su http://web.bons-de-reduction.com

      Adesso mi rimane solo da aggiungere che per le mamme francofone che vivono a Roma c’e’ un groupe de jeux che ha tanta voglia di crescere!

      L.

  4. Silvia says

    Ciao Letizia,
    l’idea della rivista mi è sempre piaciuta, sia perchè penso che piaccia ai bambini (oltre alle storie ci sono anche attività, giochi vari ecc.) sia, e soprattutto, perchè è molto utile anche per me, mamma non madrelingua, per imparare o “rispolverare” molti termini utili (penso, per esempio, alle descrizioni di attività da fare insieme ai bimbi). Purtroppo, però, non ho mai perso troppo tempo a cercarne una che mi piacesse. L’ideale sarebbe, come è successo a te, che qualcuno te ne portasse una copia in modo da valutare se vale la pena. Dopo aver letto iltuo post ho dato un’occhiata al sito di okido e, se devo essere onesta, non mi ha colpita così tanto… se però tu l’hai scelto per il tuo A. non può essere così male (voleva essere un’espressione dii stima nei tuoi confronti, si è capito?). se proprio dovessi scegliere adesso, forse per i miei figli sceglierei qualcosa tipo playhouse disney magazine (perchè conoscono i personaggi e forse sarebbe per loro più avvincente). sarebbe utile se altri visitatori del tuo blog che conoscono questa o altre riviste inglesi esprimessero un’opinione. Un altro motivo per cui non mi sono mai interessata alle riviste è che alcuni anni fa ho avuto un’esperienza negativa (durante la gravidanza del mio primo figlio mi sono abbonata ad una rivista inglese tipo le nostre “donna e mamma” o “io e il mio bambino”; dopo il pagamento non ho mai ricevuto nulla e non sono riuscita a farmi rimborsare!).
    A presto.
    Silvia

    • Bilingue Per Gioco says

      Silvia,
      i gusti sono gusti, stimare una persona non vuol dire condividerne i gusti. Figurati io ho una carissima amica, praticamente una sorella, con la quale da almeno 15 anni non prendiamo piu’ il rischio di comprarci un regalo se gia’ non sappiamo che all’altra piacera’. Io per esempio, che pure leggevo topolino da piccola, faccio finta che la disney non esista, anche per dare fiducia e opportunita’ a tutti i bravissimi illustratori che ci sono in giro e che hanno poche chance perche’ la disney e’ onnipresente. Ma appunto e’ una scelta personale.
      se trovi qualcosa che ti piace faccelo sapere,
      L.

  5. T. says

    Per l’inglese mi permetto di suggerire il seguente sito: newsstand.co.uk. E’ possibile abbonarsi anche per pochi numeri (e verificare se è il giornalino che fa per i nostri bambini) e non ho avuto problemi di spedizione. Anche io, avendo un bambino di sei anni, ho dovuto piegarmi ai vari Disney&me, etc.. Ci sono anche giornalini che corrispondono a quelli che troviamo in Italia. Comunque l’attenzione di mio figlio è sempre stata rivolta principalmente al “gadget” che queste riviste hanno sempre incluso. Alcune le trovo un po’ “monotone” (contengono sempre lo stesso “schema” di attività), ma comunque utili per la lettura e per la terminologia che un non madrelingua non sempre possiede. Io ne ho provati solo due ma conto di provarne altri. Saluti a tutti.

    • Silvia says

      Ciao T. Ho visitato il sito di newsstand, mi è piaciuto molto! Soprattutto è interessante il fatto che si può richiedere anche un solo numero, così si può provare se piace ai figli. Grazie per il suggerimento.
      Silvia

  6. Sabine says

    Mamma francofona anche io e avida lettrice di Martine (che ho comprato anche a Giovani che sembra gradire). Ma come ho fatto a non aver pensato alle riviste fino adesso?! Da bambine non vedevamo l’ora che arrivasse il nuovo numero del giornalino del momento e ce lo divoravamo r ridivoravamo per tutto il mese in attesa del nuovo! Quindi ho deciso di abbonare Gio ad una rivista in francese e tra le varie che ho guardato seguendo i link di Letizia ho scelto Tralalire che mi sembra abbia un bell’approccio narrativo e che valorizza le routine (molto utili sotto i 3 anni), resistendo alla tentazione di cedere alla tendenza didascalica di un’altra rivista di FleurusPresse che mi pare di più un libro di attività pseudscolastiche in versione infantile. L’unico problema è che non sono finora riuscita ad abbonarmi per problemi (credo tecnici) del sito, quindi sono in attesa di una risposta del servizio clienti! Ma non appena avrò ricevuto il primo numero vi racconterò come l’ha presa Gio.

  7. taniakot says

    Per le riviste in russo vi posso segnalare questi links
    http://nasha-pressa.de/index.php?com=items&task=showin&offset=0&item=3
    http://mini-abo.eu/index.php?m=price&subcat=20
    http://www.detskiyzhurnal.org/index_2.html
    ci sono diversi riviste, per tutti eta e si può richiedere anche solo 3 numeri per vdere se bambino gradito.
    Per i libri
    http://www.booqua.de/catalog/%d0%94%d0%bb%d1%8f-%d0%b4%d0%b5%d1%82%d0%b5%d0%b9-%d0%b8-%d1%80%d0%be%d0%b4%d0%b8%d1%82%d0%b5%d0%bb%d0%b5%d0%b9,123.aspx
    Ciao
    Spero che sono stata utile

  8. Bilingue Per Gioco says

    Grazie a tutte! Adesso aggiorno il post e aggiungo le segnalazioni che avete fatto nei commenti.

    Un benvenuto speciale a Agnese (certo che ci interessa l’Ungherese! ma sono curiosa, cosa vuol dire Dörmög? Dömötör.) e Tania! E ovviamente alle mamme francofone!

    L.

  9. says

    Io da piccola adoravo i barbapapá, e leggevo sempre il loro giornalino. Adesso é mio figlio che mi fa una testa cosí per vederli su Youtube. C’é qualcuno che sa se c’é ancora quel giornalino in Italia?

  10. Federica says

    Sono solo all’inizio del mio cammino lungo la strada (lunghissima) del bilinguismo e sto iniziando a “guardarmi intorno”! Senza questo fantastico sito e senza tutti i vostri consigli sarebbe davvero difficile per me…anzi oserei dire impossibile!
    Ho appena dato un’occhiata al sito di Okido: è davvero carino! Ho visto la versione on-line della rivista per farmi un’idea più precisa e mi piace davvero molto: è stimolante es intuitivo per bimbi piccolini! Anche se Giulia ha solo 6 mesi ed è davvero presto per le riviste io leggo e ricerco cose utili per il futuro: meglio anticipare il lavoro!!!

  11. Agnese says

    Dörmög? Dömötör (purtroppo il punto di domanda sostituisce un carattere della lingua ungherese che non e’ compreso, probabilmente, nel set di caratteri che viene visualizzato in questa pagina… sarebbe una ö lunga. Da qui in poi lo scrivero’ Dörmögö, anche se la scrittura non e’ esatta) se ben ricordo significa qualcosa come “Orso(Dörmögö) Demetrio(Dömötör)”.
    Orso in realta’ si dice medve, non so esattamente cosa significhi la parola dörmögö, ma mi informero’ presso il marito (al momento in viaggio)!

  12. Isabella says

    Per la lingua inglese segnalo:

    le riviste della Cricket http://www.cricketmag.com/home.asp che vanno dai 3 ai 14 anni.
    Si può iniziare con Babybug e proseguire con Ladybuyg;

    le riviste del national geographic http://www.nationalgeographic.com/: National geographic little kids adatto ai bambini dai 3 ai 6 anni e National geographic kids dai 6 ai 14 anni;

    le riviste del National Wildlife Federation http://www.nwf.org/Kids.aspx tra cui per bambini fino a 4 anni Wild animal baby .

    Per chi volesse avere altre indicazioni e ispirazioni su riviste per bambini può consultare http://www.parents-choice.org/award.cfm?thePage=magazine&p_code=p_per

    • marilisa says

      Ciao Isabella, volevo ringraziarti di cuore per queste indicazioni ho trovato questi siti spettacolari.

  13. says

    Ho dato una scorsa ai commenti e non mi è parso di vederlo, ma se il mio suggerimento è un doppione chiedo scusa in anticipo!

    Una rivista italiana carina, sia per bimbi italiani che per bimbi stranieri con un genitore italiano o bimbi espatriati è Focus Pico —> http://www.focusjunior.it/focuspico/

    E’ una rivista per bambini in età prescolare, mensile che ha sempre la stessa struttura. Favole, giochi, mega disegno super colorato in cui trovare i particolari, altri disegni pieni di cose e persone con cui giocare rispondendo a domande tipo “dov’è la signora con la borsa rosa?” e cose simili o “quanti gatti ci sono sui tetti?” o “dov’è l’oggetto sbagliato?”. Labirinti, disegni da colorare ecc ecc
    Niente che altre riviste straniere per bimbi già non facciano, ma in Italia questo tipo di riviste, diciamo “intelligenti” non pullulano. I disegni sono ben fatti, la pubblicità, se non ricordo bene, si riduce a poche pagine ed è quella delle altre riviste Focus, le pagine sono belle spesse e il prezzo onesto.

    A mio figlio piace e riesco a farlo divertire durante i viaggi in treno per andare dai nonni =)

Leave a Reply