Video in tedesco per bambini (e non): Tom di Andreas Hykade

Per tutti i nostri piccoli italo tedeschi, per i loro genitori, per chi ha un’interesse per il tedesco, e per chi semplicemente è interessato nelle novità, in un cartone animato veramente diverso, ecco:

Tom und das Erdbeermarmeladebrot di Andreas Hykade!

Colori brillanti, immagini molto semplici ma storie interessanti, sottofondi musicali jezzeggianti, una voce narante di cui tutto si può dire tranne che sia smelensa mentre è sicuramente molto chiara nella pronuncia, i testi per nulla infantili. La cosa strana, diciamo particolare, è che tutte le storie di Tom iniziano allo stesso modo: “Eines Tages dachte Tom an ein leckeres Erdbeermarmeladebrot mit Honig. Er machte einen Spaziergang, doch das Erdbeermarmeladebrot mit Honig wollte ihm nicht mehr aus dem Kopf gehen”

Al di là del fatto che ci vuole coraggio a mettere il miele sulla marmellata di fragole, devo dire che Tom mi piace davvero molto! Secondo me, azzardo, piacerà molto anche ai papà, che potrebbero guadarlo insieme ai bambini.

Vi metto qui un video:

altri ne potete trovare nella mia Playlist di video per bambini in tedesco.

Viel Spass!

Related Posts with Thumbnails

Comments

  1. p. says

    Bisognerebbe farti un monumento!
    Non avevo ancora notato la playlist in tedesco.
    E’ perfetta per il prossimo giorno di pioggia e-o malattia dei miei due “mostri”!
    Ancora grazie.

  2. Sabrina says

    Ciao, io e la mia bimba bilingue conoscevamo già Tom: l’abbiamo scoperto su KiKa. Condividiamo comunque il piacere di averlo conosciuto! ;o)
    Ho anche una domanda da porvi sul tema bimbi bilingue. Io sono Italiana e mio marito tedesco. Viviamo in Italia al momento. Nostra figlia (di 3 anni e mezzo) comprende molto bene entrambe le lingue, ma nella comunicazione ha una netta predominanza della lingua italiana. Spesso preferisce rispondere in italiano anche con interlocutori tedeschi. Anche consigliandola a rispondere con parole tedesche altrimenti gli altri non capirebbero, sceglie di esprimersi comunque in italiano, credo perché si sente più sicura. Cosa mi consigliate? Io tendenzialmente cerco di non sforzarla/angustiarla troppo per non inibirla ulteriormente. Credo che abbia bisogno dei suoi tempi. Cosa ne pensate? Qual e’ la vostra esperienza?

Leave a Reply