Mia figlia vuole che le parli in Inglese, ma io non lo so bene…

Letizia
Ecco ci sono pure io con i dubbi.
Lavinia lo sai va a scuola in una materna internazionale (a Roma ndr).
Torna a casa e dice che vuole parlare con noi in inglese.
Io tanto tanto… e dopo un po’ che non lo pratico fatico ma x fortuna meno con la pronuncia, mio marito invece purtroppo lo parla ma con un accento italianissimo…che dovremmo fare? Storpiarle quel poco che apprende a scuola o lasciar perdere? :(

Grazie e scusa…,

Maria

 

Ciao Maria,

beh tanto poco direi che non apprende a scuola, se addirittura le piace tanto l’Inglese che lo vuole sentire anche a casa. Anzi via, dicci che scuola è che già vedo le mamme romane in fibrillazione che VOGLIONO SAPERE!

Detto ciò, veniamo a noi.

I fattori sono due: la bambina vuole parlare Inglese anche fuori dalla scuola, voi avete poca fiducia del vostro Inglese.

Approcci possibili:

Cogliete l’occasione per migliorare il vostro Inglese

Quale migliore stimolo. Il fattore fondamentale nell’apprendimento delle lingue è la motivazione, e cosa motiva di più che imparare tutti insieme perchè VOGLIAMO imparare? Quindi via a televisione, telegiornali, film e cartoni in Inglese per tutti! Siate onesti, dite a Lavinia che anche voi dovete migliorare il vostro Inglese, e chiedetele di aiutarvi. Metodo già sperimentato e raccontato da Katia. Vedrai che tu a furia di sentirla sentirai la lingua riforire e poco a poco ti verrà anche più spontaneo parlarla.

Fate il passo con la gamba

Il papà non se la sente di parlare Inglese con la bambina? Che non lo faccia, ma magari possono guardare insieme i cartoni animati, o ascoltare gli audiolibri in Inglese. Il papà non capisce quando guarda i cartoni? Mettete i sottotitoli, in Inglese ovviamente, e riguardateli, più e più volte! (E non comprate proprio i DVD con doppia versione Italiano-Inglese, prendeteli su amazon.uk e prendeteli solo in Inglese, così non c’è scampo!)

Abbiate fiducia nella bambina

I bambini capiscono bene l’ordine delle cose. Lavinia sa che l’insegnante è madrelingua e i genitori no, che in caso di discrepanza nella pronuncia quella giusta è quella della maestra, o del CD, non quella di mamma e papà. La sua pronuncia sarà sempre migliore della vostra. Come dice la professoressa Sorace, i bambini sono grandi regolarizzatori.

Ringraziate la bambina

Vi sta chiedendo di condividere il suo mondo, di partecipare alla sua avventura e scoprire il mondo insieme a lei. Ma che c’è di più bello!? E poi con l’infinita sapienza dei bambini lei ha capito una cosa, che nel lungo termine la lingua la si impara se è una cosa viva, non solo “qualcosa che si fa a scuola”, ma quant’è brava ‘sta bambina?

Createvi dei rituali

Inventatevi dei giochi o dei momenti per l’Inglese. Quando siamo in macchina, o quando ci mettiamo la maglietta speciale, quando giochiamo col pupazzo “madrelingua” o quando qualcuno usa la formula magica. Fate voi. Ma creare degli spazi circoscritti vi aiuta, e rende il tutto più semplice e giocoso, perchè nel resto del tempo potete parlare sempre e solo italiano, quando scatta il momento speciale vi sforzate un pochino, ma poi passa.

Divertitevi

Non stressatevi, fate quello che riuscite a fare divertendovi, fate in modo che l’Inglese sia un gioco che vi unisce, non una fatica che vi allontana. Idea supplementare… C’è un gioco da tavola Inglese che qui da noi non usa, sia chiama Snakes and Ladders, in una storia anche Charlie e Lola giocano a Snakes and ladders. ecco l’idea quindi. Prendi il libro di Charlie and Lola e il relativo audiolibro, quelli linkati includono questa storia, e poi prendi anche Snakes and Ladders di Charlie and Lola. E poi la sera o il finesettimana o quando vi va, mamma, papà e Lavinia giocano insieme a Snakes and ladders, come Lola! Vedi un po’ se non vi divertite…

Fatevi un bel corso

Ci vorrebbe un corso di Inglese per (genitori di) bambini. E dove lo trovi….? ma qui su Bilingue per Gioco ovviamente! è appena iniziato, fai ancora in tempo a metterti in pari… ;-)

Have fun e facci sapere!

Letizia


 

 

Related Posts with Thumbnails

Ha scritto:

Bilingue Per Gioco

Bilingue per Gioco, cioè Letizia, mamma di A. e fondatrice di questo blog, puoi saperne di più su di me cliccando qui.

9 Comments

  1. Maria
    Posted 26/10/2011 at 12:42 | Permalink

    eccomi…
    grazie Letizia!
    hai ragione.. lei è certamente più in gamba di noi ;)
    la scuola è la St. Francis per la cronaca…
    a presto e vi aggiornerò!
    Maria

    • barbara
      Posted 01/12/2011 at 12:28 | Permalink

      ciao Maria sono molto interessata alla St. Francis, come vi trovate ?? sai non sono riuscita a trovare nessuna informazione su questo sito ne in generale su internet. Ti ringrazio in anticipo se vorrai rispondermi anche perchè il periodo delle iscrizioni si avvicina e devo prendere al più presto una decisione.

  2. BARBARA
    Posted 26/10/2011 at 17:44 | Permalink

    un pò lontana per me…dalle parti di via trionfale….comunque complimenti mamma e aiuta per quello che puoi…
    ma BILINGUE PER GIOCO…dalle parti di TUscolana – Anagnina non arrivate mai? mi ci tufferei con tante altre mamme nei vostri corsi.

  3. A.
    Posted 29/10/2011 at 08:49 | Permalink

    Mi chiedo quanti lettori di BPG invidiano la situazione di Lavinia che “tira” i suoi genitori verso l’inglese!
    Altra cosa, credo che Anagnina-Tuscolana sarebbe una zona strategica per un eventuale altro Learn with Mummy, se non c’è già… (io non seguo perché non vivo più a Roma): vicina al raccordo, raccoglierebbe tutto il bacino dei Castelli Romani, Anagnina ha ottimi collegamenti sia metro (linea A) che autobus (capolinea) e se non ricordo male anche un megaparcheggio multipiano, e comunque già di per se’ è una zona densamente popolata.

  4. Maria
    Posted 09/11/2011 at 10:17 | Permalink

    Grazie per i contributi!
    Mio feedback:
    Snakes & Ladders ha funzionato benissimo!E’ un gioco semplice ma allo stesso tempo molto coinvolgente e ci siamo ritagliati un momento in famiglia per noi in inglese di gioco.
    Idem per l’audio libro con il libro annesso di Charlie&Lola, Lavinia inizia adesso a leggere e per lei è divertentissimo ascoltare insieme e cercare di leggere le paroline…

    In realtà la situazione non era così disperata, i cartoni in inglese li guardiamo già (ammetto a volte con i sottotitoli in inglese)! Il nostro problema principale era di non passare alla piccola una pronuncia viziata.

    Continueremo sperando che anche lei mantenga questo entusiasmo!
    A presto, M.

    • Bilingue Per Gioco
      Posted 09/11/2011 at 11:02 | Permalink

      Maria,
      mi sa che mi sono dimenticata di dirti una cosa, il meglio di sè Charlie e Lola lo danno nei DVD, se te lo dice una come me, che i libri prima di tutto… Ma non c’è niente da fare, i loro DVD sono fantastici. Mi sa che ci faccio un post, comunque ne trovi diversi, io ho preso il cofanetto, ma li ho somministrati a rate e ne ho fatto anche altri usi, di cui parlerò però nel post…
      L.

      • Marco
        Posted 23/12/2011 at 12:36 | Permalink

        Ciao Letizia,

        quando ce lo fai il post su Charlie and Lola?

        • Bilingue Per Gioco
          Posted 23/12/2011 at 12:40 | Permalink

          Hai ragione Marco! Ve lo faccio,
          L.

  5. barbara
    Posted 17/01/2012 at 10:21 | Permalink

    ciao Maria come ti trovi alla st francis ? vorrei avere un po’ di informazioni tipo che classe frequenta tua figlia, usate il trasporto della scuola ? come sono le maestre ? e tutto quello che di rilevante ti viene in mente.
    Sono molto interessata alla scuola ma non sono riuscita a trovare notizie di qualcuno che la frequenta. Grazie mille
    Barbara

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Subscribe without commenting