Imparare, leggere e giocare con Tiptoi

Non vedevo l’ora di parlarvi del Tiptoi, il geniale sistema interattivo della Ravensburger, che comprende libri tematici, giochi, puzzle e prime letture. Il tutto funziona con una penna, che sembra più una carota e riproduce informazioni contestuali, suoni, testi, fa domande, propone giochi oppure legge un libro alla giusta velocità per far seguire il bambino che sta imparando a leggere.

Ma quante cose fa il Tiptoi!

Abbiamo iniziato a 4 anni con i libri illustrati sull’aeroporto, l’educazione stradale e la musica della colonna “Wieso? Weshalb? Warum?” Tutti i titoli mi hanno veramente lasciato a bocca aperta per la varietà dei contenuti e il livello linguistico. Il bambino può usarlo in autonomia, in compagnia o fare dei giochi da solo o con altri bambini e adulti.

“Sicher im Straßenverkehr” è stato il nostro primo amore, forse anche perché a quell’età, Nicholas aveva appena iniziato ad andare in bici e voleva a tutti i costi dimostrare di sapersi muovere per strada. Questo volume contiene delle piccole storie, suoni, testi e giochi.

“Die Welt der Musik”, invece, è unico nel suo genere e non regge confronti. Non solo spiega le note e i diversi strumenti, ma al suo interno contiene anche uno xilofono, sul quale si può suonare con il Tiptoi. Ovviamente anche qui ci sono giochi e addirittura istruzioni per costruire degli strumenti musicali fai da te.

“Entdecke den Flughafen” con la quantità di terminologia sembra quasi un esame di linguaggi settoriali :-) A parte gli scherzi, questo libro è così pieno di giochi, suoni e curiosità, che non ci si accorge di imparare termini tecnici divertendosi.

Il bello dei libri Wieso? Weshalb? Warum?, cartacei o Tiptoi, è che stimolano la curiosità e la voglia di sapere. Aprono talmente tante porte…

Se invece vi interessa qualcosa di puramente ludico, vi consiglio “Reise durch die Jahreszeiten”, un gioco di memoria, in cui bisogna trovare le schede di ogni stagione ascoltando gli indizi del tiptoi. È il classico gioco dove i bambini vincono facilmente, perché hanno una memoria migliore della nostra :-) Particolarmente deliziose sono le numerose canzoni e filastrocche legate alle stagioni e alla natura. Un grande divertimento per ogni età!

 

 

A dire il vero non vediamo l’ora di ricevere qualche altro gioco, perché ce ne sono tantissimi e tutti interessantissimi!

Poco tempo fa ho regalato a Nicholas un libro della serie “Leserabe – Lesen lernen mit tiptoi: “Willi Vampir in der Schule”. È la storia di un bambino vampiro che va a scuola e porta subbuglio esibendo il suo ratto e distribuendo denti da vampiro. Il libro può essere letto interamente dal tiptoi (Vorlesen) oppure riga per riga in modo da far seguire il giovane lettore (Mitlesen). Ovviamente il bambino può anche leggere in completa autonomia (Selbstlesen) e chiedere aiuto al tiptoi solo per le parole più difficili. Inoltre, come in tutti gli altri prodotti tiptoi, anche qui ci sono giochi e quiz.

Ed eccoci all’ultimo arrivato a casa nostra: “Der interaktive Globus” – un puzzle a forma di mappamondo con tante funzioni: informazioni su geografia, regno animale e popolazioni, ma anche tanti, tanti giochi. L’unico problema di questo mappamondo meraviglioso è riuscire a montarlo, perché inserire l’ultima tessera senza farlo collassare non è un gioco da ragazzi! – ma una volta superato questo scoglio potete dare libero corso al divertimento.

 

 

 

Alcuni titoli di Tiptoi sono disponibili anche in Italiano.

Related Posts with Thumbnails

Comments

  1. Anna C. says

    Ciao Sabina,

    WOW !!!

    Che meraviglioso mondo mi hai fatto scoprire.
    Potrebbe essere utililissimo anche a me, mamma italiana con un uso limitato del tedesco .
    Ho gia’ individuato due titoli adatti ai miei bimbi che sanno gia’ leggere in italiano ma che hanno bisogno proprio di un aiuto come questo per imparare le varie regole del tedesco (dittonghi, umlaut….)
    Abbiamo provato con i cd ma li ritengo poco maneggevoli (stoppare, tornare indietro, riascoltare tutta la frase e non solo la parola che ti serve) e sopratutto troppo veloci (per lo meno i due che hanno regalato a me).
    Abbiamo provato anche con i-pad ma le litigate per “tocca a me schiacciare” non finivano piu’.
    Questi libretti invece sembrano proprio l’ideale.

    Anche in vista del periodo di scuola in Germania che stiamo organizzando di cui ti avevo chiesto informazioni circa l’assicurazione qualche tempo fa.( scusa se non ti ho ringraziato per la tua risposta, lo faccio adesso :
    grazie mille )

    grazie ancora
    Ciao
    Anna

    Ciao
    Anna

    • says

      Ciao Anna,
      sono contenta che riusciate ad andare in Germania.
      Il tiptoi è fantastico e vedrai che piacerà molto.

  2. raffa says

    ammetto di essere un po’ gnugnu, e ho dovuto cercare sul sito (http://www.ravensburger.de/kinder/tiptoi/tiptoi-starter-sets/index.html) per capire bene come funziona …

    unico appunto, mi sembra caruccio, ha senso se prendi più libri/giochi compatibili, altrimenti è un piccolo investimento (ma forse sono io lontana da questi mondi, il mio telefonino ad es. è anteguerra e mi ci trovo benone)

    noi torniamo da un investimento a costo zero: biblioteca civica, 6 libri per un mese per bimbo, scelti da scaffalatura aperta dopo lungo rimuginare, e le sante donne bibliotecarie ne hanno anche per i bimbi stranieri- bilingui, non so bene come convincerli a riprendere i compiti 😉

    • says

      Ciao Raffa,
      il tiptoi è un sapientino evoluto. Praticamente quando avvicini la penna a un punto del libro/gioco, lui spiega/racconta/chiede, a seconda dell’attività che hai scelto.
      Noi ci siamo fatti regalare quasi tutto, l’unico acquisto mio è stato il libro di Willi Vampir. Diciamo che conviene prendere uno Starter Set, così hai anche la penna, e poi man mano aggiungi quello che ti serve. Comunque se vai su ebay tedesco trovi varie offerte interessanti 😉
      La biblioteca sarebbe il top, peccato che da noi in tedesco non abbiano niente :(
      Noi ci andiamo comunque, anche perché così i bambini imparano ad “usare” la biblioteca e a rispettare i libri

  3. Francesca says

    Anche io vorrei sapere se esiste qualcosa del genere in inglese e/o francese.

  4. raffa says

    Ciao Sabina, quando avevo capito come funziona il tiptoi (ormai i miei neuroni sono quello che sono) anch’io avevo pensato al Sapientino :-) . I miei figlioli sono 7enni e ormai per loro non ha senso, sono lettori autonomi (a parte le “letture coccole” con mamma o papà).

    La mia riflessione sul prezzo deriva dal fatto che “i bimbi grandi” 😉 amano scegliersi i loro libri, e in libreria quando ci andiamo spendiamo ogni volta una botta, per quello sto provando ad integrare con una biblioteca comunale non vicinissima, ma che ha libri per bimbi/ragazzi in diverse lingue di famiglia. Non so se al profondo nord-est ci sono queste abitudini, però ne potreste parlare sicuramente con la bibliotecaria (fra parentesi le biblioteche multilingui-multiculturali sono un’indicazione del MIUR). Nel vostro caso concreto se chiedeno al Goethe di Milano un “pacco libri” in regalo difficilmente dicono di no …

    • says

      Ciao Raffa,
      la nostra libreria ha abbastanza libri in inglese, ma in tedesco o altre lingue niente. Proverò a parlare con l’addetta, chissà che non riusciamo a creare un angolo multiculturale. Grazie delle info!

  5. says

    No, scusate, ma questa ve la devo raccontare:

    una settimana fa, smontando il Globus Puzzleball, ho accidentalmente rotto un pezzetto del supporto girevole. Vado sul sito della Ravensburger e vedo che esiste la possibilità di avere dei pezzi di ricambio. Compilo il modulo online https://www.ravensburger.de/start/service/ersatzteilservice/index.html chiedendo se fosse possibile ordinare il supporto.

    Pochi minuti fa suona il postino e mi dice che c’è un pacchetto: la Ravensburger mi ha mandato un supporto, il tutto gratis, senza nemmeno chiedermi le spese di spedizione (8,90€)!!
    Questo sì che è un servizio clienti!

Leave a Reply