Privacy

Ho cercato una maniera simpatica ma esaustiva di parlare di Privacy ma non l’ho trovata. Quando si parla di Privacy i casi sono due:

  • o si è leggibili e scorrevoli, ma incompleti
  • o si è precisi e puntuali, ma pedantissimi

Allora facciamo prima l’uno poi l’altro.

Trattamento dei dati, versione light

I tuoi dati non vengono pubblicati sul sito.
Ho molta cura che nessuno sia chiaramente riconoscibile dai commenti o simili.

I tuoi dati non vengono venduti.
In realtà nessuno mi ha ancora chiesto di comprarli, ma se lo facessero direi di noi. Non perchè io sia un’asceta e schifi i soldi, ma perchè il mio lavoro è basato sulla mia credibilità e alla mia credibilità ci tengo.

Non farei mai una cosa tanto scema come vendere i dati di chi mi ha dato fiducia.

I dati vengono occasionalmente analizzati a livello globale.
Questa analisi è anonima. Vale a dire che io non so qual è il tuo post preferito, ma cerco di capire quali sono i temi che interessano di più ai miei lettori. Cerco insomma di analizzare il comportamento dei lettori.

Sembra molto professionale, lo so. Ma non lo è. La verità è che ogni tanto do un’occhiata a Google Analytics. Tutto qui.

Bene, ora passiamo alla versione pedantissima. Mi viene il mal di testa solo al pensiero…

Trattamento dei dati, versione mappone

Dati di navigazione

I sistemi informatici e le procedure necessari per far funzionare il blog acquisiscono dei dati, senza i quali i protocolli di comunicazione non possono funzionare.

Si tratta di dati quali indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri similmente inutili all’essere umano ma necessari alla macchina.

Ok, non è vero che i dati sono completamente inutili all’essere umano. Possono essere utili in forma aggregata per ottenere informazioni statistiche anonime e per verificare che il sito funzioni bene (tipo, che è visibile da diversi tipi di browser).

Preciso infine che in caso di reati o richieste di dati dalle forze dell’ordine immagino che non avrei alternativa che dare accesso ai dati alle forze del suddetto ordine. Ma perchè qualcuno dovrebbe commettere un reato su Bilingue per Gioco? Siamo seri!

Dati personali condivisi volontariamente

Se compilando un form sul sito o scrivendomi un’email mi date il vostro nome e indirizzo email, o altri dettagli personali, questi dati saranno in qualche modo acquisiti. Cioè potrò utilizzarli che contattarti. Del resto immagino che tu me li dia per questo.

Cookie

Per quello che ne so i cookie sono dei biscotti. I miei preferiti sono i chocolate cookie. Secondi solo a double chocolate cookie.

Per quanto riguarda i cookie digitali invece… Il sito utilizza dei cookie per (I) facilitare la navigazione del Sito e l’utilizzo delle applicazioni accessibili dal Sito stesso; e (II) ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del Sito e controllarne il corretto funzionamento.

Google stuff

Questo sito non fa uso di Google Adsense. Cioè non pubblica pubblicità che viene selezionata in base ai comportamenti degli utenti che Google conosce, ma io no.

Questo sito fa uso di Google Analytics. Cioè Google mi dice quali pagine del mio sito vengono lette di più. Informazione che io uso diligentemente per continuare a pubblicare quello che interessa a me e non quello che i lettori cercano. Smart, isn’t it?

Newsletter

Iscrivendoti direttamente alla newsletter o accedendo ad altri servizi ti verrà inviata la richiesta di iscriverti alla newsletter di Bilingue per Gioco.

La newsletter non è altro che un modo per mandare gli aggiornamenti, dal blog o sui vari progetti che porto avanti, conferenze, eventi, etc.

In ogni caso l’iscrizione alla newsletter è sempre del tipo double opt-in. Vale a dire che per iscriverti devi dare la conferma due volte. L’ultima conferma viene sempre data cliccando un link che ti viene inviato via email.

Ogni newsletter contiene al suo interno un link per cancellarsi automaticamente dalla newsletter, se sei stufo cancellati.

Se sei iscritto alla newsletter ma non ricevi comunicazioni scrivimi, e io vado a rompere ai signori che pago un sacco di soldi per questo servizio.

Concludendo

I’m OK. You are OK.

Now let’s talk serious business.